Anche in Italia i programmi “tarocchi ” di terapia alimentare?

Posted by on feb 21, 2014 in Articoli | No Comments

Affrontiamo qui un tema diverso da quelli trattati in questa sezione e relativo ai software tarocchi di terapia alimentare che circolano in rete e che hanno causato danni rilevanti a pazienti e di conseguenza ai nutrizionisti.

In alcuni paesi stranieri alcuni nutrizionisti si sono imbattuti in siti web con annessi questi “software tarocchi” ed hanno elaborato piani dietetici in queste piattaforme riscontrando, successivamente, che a causa di evidenti errori di calcolo e scelte nutrizionali errate, i loro pazienti hanno subito danni al loro stato di salute.

Questi professionisti hanno dovuto poi far fronte a conseguenze giudiziarie.

In altre parole dopo l’imitazione di orologi e del loro meccanismo di calcolo dell’orario è toccato ora ai software di terapia alimentare e al loro sistema di calcolo dei piani alimentari…

Abbiamo fatto una ricerca  e acquisito dati provenienti da altri paesi, soprattutto dell’est Europa, dove questo fenomeno è relativamente diffuso e coinvolge altri settori. Su questa base abbiamo tracciato l’identikit del classico programma “tarocco”, nel nostro caso di terapia alimentare.

CATTERISTICHE TIPICHE DEL PROGRAMMA “TAROCCO” DI TERAPIA ALIMENTARE

  • La ditta che lo produce ha in genere un nome in lingua straniera.
  • Viene dato molto risalto all’aspetto estetico delle videate e il sito web si presenta “vecchia maniera”, forzatamente “multifunzionale” ed “estetico”.
  • In genere è basato sul WEB.
  • Il software è di fatto, dietro celate apparenze, un tentativo di simulazione di un altro programma affermato con un know-how ben consolidato. Sebbene mascherato con delle videate diverse, il tipo di impostazione e realizzazione è un tentativo grossolano di replica del programma originale, effettuato da persone completamente a digiuno di qualsiasi studio universitario relativo sia all’informatica che alla dietetica e alla nutrizione.
  • Il programma è infestato da errori di calcolo poiché si basa su una rivisitazione da parte di mani inesperte di un programma fatto da altri ed è irrimediabilmente privo di un elemento basilare,  la congruità di sviluppo.
  • Tali errori non sono visibili inizialmente al nutrizionista che si rende conto del loro effetto dannoso sulla salute dei propri pazienti solo dopo mesi di utilizzo del programma “tarocco”, quando gli effetti si manifestano a livello metabolico.
  • Vengono messi in atto fattori di confusione affinché l’utente ignaro possa credere di avere a che fare con un’altra azienda dal know-how noto e consolidato. Questi fattori possono essere il nome del programma, l’indirizzo di residenza dell’ azienda, oppure omonimie dei nomi dei consulenti aziendali….
  • Questi gruppi si organizzano in modo da avere un referente che dà garanzie sulla validità del programma, pur non conoscendo né il criterio di sviluppo né  il meccanismo di calcolo dello stesso, ostentando tuttavia sicurezza e parlando bene in pubblico.
  • Questi tentativi di computerizzazione sono generalmente presenti nella rete per tempi limitati, in funzione delle inevitabili conseguenze giudiziarie a cui vanno incontro.

COME CAPIRE SE SI STA LAVORANDO CON UN PROGRAMMA “TAROCCO” DI TERAPIA ALIMENTARE

  • Dedicare un po’ di tempo nel fare un raffronto tra l’impostazione del programma “tarocco” e quello del programma professionale di riferimento: si avrà la netta sensazione di essere di fronte a un tentativo di replica fatto da persone non qualificate e completamente ignare sia della dietetica che della nutrizione clinica.
  • Con una semplice telefonata e chiedendo delucidazioni su scelte medico-nutrizionali si avrà subito la sensazione del vuoto professionale che circonda dette iniziative: si potrà trovare un referente solo in “ore stabilite” in quanto risulta in genere “occupato sull’altra linea” o “in riunione”. A domande sul perché di specifiche scelte relative ai vari stati patologici o a ragguagli relativi al sistema di calcolo darà solo risposte generiche ed evasive condite da ostentata sicurezza.

ULTERIORI RISCHI….

In seguito all’immissione di dati relativi al paziente direttamente sul web si può andare incontro all’acquisizione di questi da parte di terzi e in particolare da parte del gruppo che immette il software nel web.

È capitato che in un paese straniero, in seguito a un accertamento fiscale,  le autorità, grazie alla facile tracciabilità di ogni passo del lavoro del nutrizionista che opera su questo tipo di piattaforme su web, hanno verificato che molti pazienti trattati sono stati contattati dal gruppo che gestiva il sito, con la finalità di proporre prodotti per dimagrire.

In altre parole il gruppo si è costituito un database di possibili “acquirenti” di prodotti commerciali.

Logicamente i nutrizionisti avevano ricevuto le massime garanzie circa il rispetto delle normative sulla privacy e la riservatezza del loro lavoro, ma così non è stato.

Leave a Reply