Dieta a menù giornaliero o dieta a scelta multipla?

Posted by on apr 29, 2013 in Articoli | No Comments

Ogni nutrizionista sceglie, in base alle proprie convinzioni, se elaborare diete a menù giornaliero o piani alimentari a scelta multipla.

Attualmente la suddivisione netta tra queste due strategie dietetiche, a nostro avviso, risulta superata ed in alcuni casi potrebbe rappresentare un limite per la risoluzione delle problematiche del paziente.

La scelta tra dieta a menù giornaliero o dieta a scelta multipla, infatti, dovrebbe dipendere principalmente dal tipo di paziente che si ha di fronte e dalle sue necessità fisiche e psicologiche.

In certi casi è opportuno che il trattamento preveda entrambe le tecniche, in base al momento specifico della terapia, anche per ottimizzare la compliance del paziente nell’adesione al piano alimentare.

Il software Nutrigeo 8 ® offre al nutrizionista la possibilità di lavorare in entrambi i modi.

La dieta a menù giornaliero è uno dei capisaldi della terapia nutrizionale, adottata dalla maggior parte dei nutrizionisti per la maggioranza dei pazienti.

Talvolta, tuttavia, potrebbe essere preferibile assegnare un piano alimentare a scelta multipla, come ad esempio nei seguenti casi:

  • pazienti che hanno poco tempo a disposizione per reperire gli alimenti;
  • soggetti con marcati disturbi del comportamento alimentare;
  • più pazienti appartenenti allo stesso nucleo socio-familiare;
  • dieta di mantenimento;
  • linee guida nel periodo post-mantenimento;
  • piani alimentari per bambini e adolescenti in fase di crescita.

Il nutrizionista che utilizza Nutrigeo 8 ® può elaborare entrambi i tipi di dieta, pertanto può scegliere personalmente, in base al tipo di paziente che deve trattare, di adottare una tecnica o l’altra. Si può optare, inoltre, per l’utilizzo di entrambe le strategie, nel corso delle varie fasi del trattamento nutrizionale.

Leave a Reply